Chiudi
www.valdeloire-france.com utilizza cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione.
Navigando su questo sito, l'utente accetta
Quando Luigi IX di Francia fece costruire l’impressionante fortezza che protegge il castello di Angers, non avrebbe mai sospettato che sarebbe divenuta, secoli più tardi, la cassaforte di un tesoro mondiale … Il castello conserva ed espone l’Arazzo dell’Apocalisse: il più grande arazzo medievale, ordinato da Luigi I d’Angiò nel XIV secolo. I migliaia di visitatori che arrivano per ammirarlo, sono sorpresi di scoprire sia l’architettura militare del castello che i suoi numerosi giardini che coltivano i ricordi del buon re René.
L’imponente fortezza che circonda il castello di Angers è una splendida opera militare risalente al XIII secolo. Una volta varcata la soglia, scoprirete un grazioso palazzo che conserva un autentico tesoro, l’arazzo medievale più grande del mondo: l’Arazzo dell’Apocalisse.

Il luogo sul quale oggi si trova il castello di Angers è occupato dalla notte dei tempi, come testimonia una scultura del Neolitico ritrovata nel corso di recenti scavi. Vi sono prove che attestano anche una forte occupazione romana a partire dal I secolo e la presenza di un palazzo episcopale tra il VII e il IX secolo. In seguito, i conti di Angiò edificheranno un palazzo comitale assediato dai Plantageneti prima che Filippo Augusto non avesse ottenuto la vittoria sugli inglesi.  I lavori di costruzione delle fortezza inizieranno a partire dal 1230, avviati dalla regina Bianca di Castiglia e da suo figlio Luigi IX detto il Santo e con l’obiettivo di dissuadere qualsivoglia velleità inglese o bretone. Sarà costruita dunque una grande cinta muraria in scisto e pietre calcaree, alta 40 metri e fiancheggiata da diciassette torri da 12 metri di diametro che conferiscono al castello il suo aspetto così severo.

Nel XIV e nel XV secolo, l’imponente struttura sarà oggetto dei desideri dei duchi di Angiò, primo tra tutti Luigi I d’Angiò che modernizzerà il palazzo comitale dotandolo di grandi bifore. Proprio in quest’epoca, ordinò la tessitura di quello che diventerà l’arazzo di epoca medievale più grande del mondo: l’Arazzo dell’Apocalisse. Luigi II, farà costruire, in seguito, la cappella e il fantasioso re René edificherà le residenze reali e il piccolo castello fortificato. Fedele alla sua estrosa personalità, creerà nei giardini un serraglio che riuniva animali domestici ed esotici.

Alla morte del buon re René, Luigi XI farà annettere il ducato di Angiò alla tenuta reale insieme alla fortezza, che inizierà a servire come luogo di detenzione, grazie alla creazione delle celebri fillettes, la gabbie in ferro la cui creazione si attribuisce proprio a Luigi XI. Gli elementi difensivi saranno rinforzati per adattare la fortezza alle nuove tecniche di artiglieria. Durante le guerre di Religione, Luigi XIV renderà il castello di Angers una piccola Bastiglia all’interno della quale fu detenuto il sovraintendente alle Finanze Fouquet, arrestato dal famoso moschettiere d’Artagnan. Il castello avrà funzione di prigione dipartimentale fino al 1856 e tra le sue mura saranno detenuti delinquenti comuni e malati mentali. La fortezza sarà in seguito utilizzata come caserma fino alla metà del XX secolo, quando diventa Monumento storico. Emblema del castello di Angers, oggi, è l’Arazzo dell’Apocalisse, un capolavoro unico al mondo sia per dimensioni che per antichità. Ma questo monumento fuori dal comune promette grandi emozioni in ogni suo angolo: dal ponte levatoio fino ai suoi splendidi giardini, sarete avvolti da un’atmosfera di un luogo carico di storia.
 
Da non perdere

L’Arazzo dell’Apocalisse

Il castello di Angers conserva con cura il più antico e grande arazzo d’epoca medievale esistente al mondo: l’Arazzo dell’Apocalisse. Vero e proprio tesoro che ha sfidato i secoli, questa serie di immagini magistralmente tessute su 104 metri, ci racconta l’Apocalisse secondo il Vangelo di San Giovanni.
Visualizza di più
Tesoro nascosto

La più grande fortezza del regno

Costruita dal re Luigi detto il Santo nel corso del XIII secolo, la fortezza era all’epoca la più potente del regno.
Visualizza di più
Curiosità

Il giardino sospeso

Il buon re René lasciò ad Angers il suo gusto per i giardini e la sua passione per la botanica.
Visualizza di più
Che succede al castello?
Informazioni pratiche

DOMAINE NATIONAL DU CHATEAU D'ANGERS

DOMAINE NATIONAL DU CHÂTEAU D'ANGERS
2 promenade du Bout du Monde
49100, ANGERS
France
"Accueil Vélo""La Loire à vélo"Vignobles et Découvertes
Cosa visitare nei dintorni?
Come arrivare?
Il castello di Angers si trova a 10 minuti a piedi dalla stazione della città, raggiungibile in 1 ora e 30 minuti di treno da Parigi-Montparnasse.
In aereo, l’aeroporto di Angers Loire assicura linee nazionali da Nizza e Tolosa, e internazionali da Londra.
Anche le autostrade A11, A85 e A87 conducono ad Angers: 2 ore e 30 minuti da Parigi e 3 ore e 40 minuti da Bordeaux.
 

Il tuo itinerario