Chiudi
www.valdeloire-france.com utilizza cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione.
Navigando su questo sito, l'utente accetta

Due giorni ai Castelli della Loira partendo da Blois

Due giorni in Valle della Loira per approfittare al meglio dei suoi Castelli!

Partenza dell’itinerario: la città di Blois. Situata a 1 ora e 45 minuti da Parigi (185 km), potrete facilmente raggiungerla con una macchina a noleggio.
Se preferite viaggiare in treno, avrete due possibilità: raggiungere direttamente Blois in 1 ora e 25 minuti dalla stazione di Paris-Austerlitz, o arrivare a Saint-Pierre de Corps (vicino Tours) in TGV in 1 ora e 15 minuti dalla stazione di Paris-Montparnasse o in 1 ora e 40 minuti dall’aeroporto Charles De Gaulle. Dopodiché potrete noleggiare una macchina oppure offrirvi il lusso di un taxi turistico. In alta stagione, sono disponibili anche le navette.
 
1° giorno

Mattina: Blois, il suo Castello reale e la sua città
Fondata su un promontorio roccioso, Blois fu capitale del regno di Luigi XII. Il suo Castello reale domina la Loira e le vie del centro. Nel cortile, potrete ammirare la monumentale scalinata della bellissima ala Francesco I; all’interno, suntuosi arredi, tra i quali quelli degli appartamenti reali (ala Francesco I).
 
Dopo la visita, concedetevi una passeggiata per le vie della città. Non perdetevi la graziosa Cattedrale di Saint-Louis, in stile gotico, e la sua alta torre rinascimentale. Anche la Chiesa St-Nicolas merita una tappa, con i suoi stili architettonici che mescolano il romanico e il gotico.
 
Mezzogiorno: pranzo a Blois, sulle rive della Loira
Tre indirizzi sulle rive della Loira per un delizioso pranzetto. Prima di tutto il Ristorante Côté Loire, affascinate abitazione del XVI secolo frequentata all’epoca da Madame de Sévigné. Non molto lontano, lasciatevi tentare da un pranzo gastronomico al Rendez-vous des Pêcheurs. Questa antica bottega con il suo bar di pescatori vi propone oggi dei deliziosi piatti preparati dallo chef stellato Christophe Cosme. L’Embarcadère è il terzo indirizzo con terrazza a strapiombo sulla Loira, con arredi che mimano le tipiche imbarcazioni della Loira.

Pomeriggio: Castello di Chambord, Castello di Cheverny e Maison des vins
Dopo pranzo, direzione Chambord, a 30 minuti di strada (17 km), dove vi attende il fastoso Castello di Francesco I.
Per esplorare il vasto parco di Chambord, potrete scegliere tra: a piedi, in calesse, in barca elettrica o in barca a remi, sulle rive del Cusson. La tenuta dispone anche di 15 km di piste ciclabili, da percorrete in bici o in rischiò, la ciclocarrozzella a più posti.
 
Partenza, poi, per il Castello di Cheverny, 30 minuti di macchina (18 km). Il bellissimo castello dalle mura bianche racchiude interni risalenti all’epoca di Luigi XIII, magistralmente decorati e ammobiliati (come la sala delle Guardie e il suo suntuoso camino). All’esterno, il giardino degli apprendisti e il giardino dell’orto meritano una sosta. Per una visita insolita del parco e del canale che lo percorre, optate per una delle macchinine messe a disposizione oppure per una barchetta elettrica.
 
Dopo la visita, appuntamento giusto di fronte al castello, alla Maison des vins di Cheverny. Potrete così degustare i vini del DOC di Cheverny e Cour-Cheverny!
 
Cena e pernottamento nei pressi di Cheverny e Chaumont-sur-Loire
Due hotel-ristorante per cenare e pernottare: uno a 15 minuti in macchina da Cheverny (10 km), Le Manoir de Contres; l’altro a 10 minuti da Chaumont-sur-Loire (7 km), Le Domaine des Hauts de Loire.
 
2° giorno

Mattina: Castello di Chaumont
Su un promontorio a 40 metri di altezza, il Castello di Chaumont offre una vista a perdita d’occhio sulla Loira. Partendo da Cheverny, tenete in conto 30 minuti di macchina per arrivarci (29 km). Se il luogo seduce già dal suo ingresso con il suo ponte levatoio, gli interni sono altrettanto splendidi. Ammirate in particolare il camino neogotico, la scala a chiocciola in stile gotico e la camera da letto di Caterina de’ Medici. Il castello è famoso anche e soprattutto per i suoi giardini dove ogni anno si svolge il Festival Internazionale dei Giardini. Da aprile a ottobre, sono esposte una trentina di creazioni paesaggistiche, opera di diversi artisti, disseminate anche nel parco del castello, nella tenuta che accoglie il primo Centro d’Arti e Natura

Mezzogiorno: pranzo al Castello di Chaumont
A pranzo, rifocillatevi sul posto, in uno dei ristoranti della tenuta.
 
Pomeriggio: Castello reale di Amboise e Castello del Clos Lucé – Parco Leonardo da Vinci
A 15 minuti dal Castello di Chaumont (17 km), il Castello reale di Amboise e i suoi giardini dominano maestosamente la Loira. Diversi re di Francia hanno soggiornato in questo castello durante il Rinascimento. Da vedere, nel cuore degli appartamenti reali, la camera da letto di Enrico II, la magnifica sala del Consiglio o ancora il salone di Luigi Filippo. Per finire, non perdetevi la cappella Saint-Hubert, dove è sepolto Leonardo Da Vinci, con le sue splendide vetrate che rappresentano la vita di Luigi IX detto il Santo.
 
Se dopo la visita, si fa sentire un piccolo languorino, appuntamento sulla piazza del Castello, alla Pasticceria Bigot o all’Auberge rinascimentale Le Prieuré nel cuore del parco del Castello del Clos Lucé e gestito da Sieur Sausin, esperto di cucina storica.
 
Invitato da Francesco I, Leonardo Da Vinci si trasferì al Castello del Clos Lucé nel 1516, portando con sé la Gioconda e due altre delle sue maggiori opere. Visse al castello durante i suoi ultimi anni di vita, lavorando a numerosi progetti per il Re e si spense nella sua stanza nel 1519. La visita della dimora, della sala dei modellini e del parco permettono di scoprire la sua vita e gli innumerevoli talenti del genio del Rinascimento.
 
Fine giornata: rientro a Parigi
Per ritornare a Parigi in macchina, contate 2 ore e 10 minuti da Amboise (226 km). Se siete arrivati in TGV, raggiungete la stazione in Amboise e tenete in conto 1 ora e 40 minuti di tragitto fino a Parigi.