Chiudi
www.valdeloire-france.com utilizza cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione.
Navigando su questo sito, l'utente accetta
Custode dell’arte dell’equitazione di tradizione francese, il Cadre noir è una delle più prestigiose scuole equestri del mondo. Nelle sue scuderie d’eccezione, i più grandi atleti equestri si allenano ogni giorno per dare onore a un’arte iscritta al patrimonio mondiale dell’UNESCO. Inoltratevi in questo universo appassionante e assistete alle dimostrazioni che sapranno riservarvi momenti di grande emozione. Dalle scuderie alla selleria, passando dal grande Maneggio, il Cadre noir vi svela i retroscena dell’arte equestre.
Annoverato tra i luoghi patrimonio culturale immateriale dell’umanità, il Cadre noir porta avanti la tradizione francese dell’equitazione da circa due secoli. Un tempo prerogativa della Cavalleria, la pratica equestre ha acquisito prestigio attraverso l’arte del dressage: una complicità tra l’uomo e l’animale che è il pilastro portante del Cadre noir.

La tradizione equestre perpetrata al Cadre noir è un’arte ancestrale che si è affermata nei secoli. Per tanto tempo, i cavalli sono stati mezzo di trasporto, compagni di viaggio e ausiliari di guerra sui campi di battaglia. Soltanto durante il Rinascimento si attribuì loro la sfarzosa funzione legata alle abitudini di corte e alle spettacolari parate durante le quali gli spettatori poterono iniziare a godere dei primi salti di scuola. Il dressage divenne così un’arte a pieno titolo, al servizio degli interessi militari, ma anche semplice piacere reale. La Scuola di cavalleria di Saumur prende le prime mosse nel XVI secolo sotto il governo di Filippo Duplessis-Mornay che fonderà un’Accademia equestre in seno all’Università protestate. L’Accademia segnerà con l’impronta dei suoi zoccoli il destino cavalleresco della città.

Durante il XVIII secolo l’arte della Cavalleria conobbe una riorganizzazione totale: Luigi XV affidò al duca di Choiseul la creazione della “Più bella scuola del mondo”. Dopo la Rivoluzione e le guerre napoleoniche, non ne resta più traccia: la cavalleria francese è decimata. Luigi XVIII decide allora di creare a Saumur una “scuola di truppe a cavallo” con l’obiettivo di formare un corpo d’eccezione per il dressage dei cavalli a uso militare. Nel 1825, Carlo X la ribattezzò Scuola reale di cavalleria che solo più tardi prenderà il nome di Cadre noir, per via del colore della tenuta tradizionale degli scudieri. I principi accademici si evolvettero nel tempo fino al XX secolo, durante il quale la cavalleria si dotò di veicoli blindati, lasciando così i cavalli al di fuori degli affari militari. Rapidamente, nascono gli sport equestri e la Scuola di cavalleria di Saumur viene integrata alla Scuola nazionale d’equitazione nel 1972. Da allora, gli “Scudieri del Cadre noir di Saumur” sono formatori di alto livello per le discipline sportive legate all’equitazione in Francia. La Scuola nazionale di equitazione si fuse con gli Haras nationaux nel 2010 per diventare l’Istituto francese del cavallo e dell’equitazione (Ifce). Un anno più tardi, l’equitazione “alla francese” è stata riconosciuta patrimonio culturale immateriale dell’umanità dell’UNESCO.
Da non perdere

I retroscena del Cadre noir

Scuola di prestigio, il Cadre noir si è dato per missione di trasmettere il suo eccezionale savoir-faire. Apre, dunque, le sue porte al grande pubblico che scopre il suo modo di lavorare e la grande passione per l’equitazione attraverso visite e dimostrazioni.
Visualizza di più
Tesoro nascosto

L’universo degli atleti

Come tutti gli atleti di alto livello, i cavalli del Cadre noir sono circondati da dispositivi che garantiscono loro le migliori cure. Veterinari privati, zoccoli su misura e tenute adattate: mica male essere un cavallo a Saumur!
Visualizza di più
Curiosità

I grandi maestri del Cadre Noir

La tradizione equestre insegnata al Cadre noir ha conosciuto grandi maestri che hanno tutti cercato di migliorare l’arte del dressage.
Visualizza di più
Che succede al castello?
Informazioni pratiche

LE CADRE NOIR DE SAUMUR - IFCE

Avenue de l'École Nationale d'Équitation
Saint-Hilaire-Saint-Florent
49400, SAUMUR
France
Qualité Tourisme
Cosa visitare nei dintorni?
Come arrivare?
Il Cadre noir si trova a 8 km dalla stazione di Saumur, un servizio di autobus collega le due stazioni. Saumur è raggiungibile in 2 ore e 20 minuti di treno da Paris-Montparnasse, passando da Tours o da Angers. Il tragitto fino a Saumur è poi assicurato da un servizio di treni regionali TER.
Dall’autostrada, ci vorranno 3 ore da Parigi e 4 ore da Bordeaux.
 

Il tuo itinerario

Da scoprire nei dintorni del Cadre noir di Saumur