Chiudi
www.valdeloire-france.com utilizza cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione.
Navigando su questo sito, l'utente accetta

Tre giorni per scoprire i Castelli della Loira

Tre giorni per approfittare della Valle della Loira e dei suoi Castelli!

Partenza dell’itinerario: la città di Amboise. Situata a 2 ore e 10 minuti da Parigi (226 km), potrete facilmente raggiungerla con una macchina a noleggio. Se preferite viaggiare in treno, avrete due possibilità: raggiungere direttamente Amboise in 1 ora e 45 minuti dalla stazione di Paris-Austerlitz, o arrivare a Saint-Pierre de Corps (vicino Tours) in TGV in 1 ora e 15 minuti dalla stazione di Paris-Montparnasse o in 1 ora e 40 minuti dall’aeroporto Charles De Gaulle. Dopodiché potrete noleggiare una macchina oppure concedervi il lusso di un taxi turistico.
 
1° giorno
 
Mattina: Castello reale di Amboise e passeggiata in città
 
Residenza reale durante il Rinascimento, il Castello reale di Amboise e i suoi giardini dominano maestosamente la Loira. I suoi appartamenti reali ospitano stanze da non perdere, come la camera da letto di Enrico II, la magnifica sala del Consiglio o ancora il salone di Luigi Filippo. Per finire, non perdetevi la cappella Saint-Hubert, dove è sepolto Leonardo Da Vinci, con le sue splendide vetrate che rappresentano la vita di Luigi IX detto il Santo.
 
Se dopo la visita, si fa sentire un piccolo languorino, appuntamento sulla piazza del Castello, alla Pasticceria Bigot.
 
Concedetevi poi una rilassante passeggiata per le viuzze pedonali del centro o sul lungofiume.

Mezzogiorno: pranzo al ristorante del Castello del Clos Lucé
A pranzo, lasciatevi deliziare dai manicaretti dell’Auberge rinascimentale Le Prieuré nel cuore del parco del Castello del Clos Lucé, gestito da Sieur Sausin, esperto di cucina storica.
 
Pomeriggio: Castello del Clos Lucé – Parco Leonardo da Vinci e Castello di Langeais
Invitato da Francesco I, Leonardo Da Vinci si trasferì al Castello del Clos Lucé nel 1516, portando con sé la Gioconda e due altre delle sue maggiori opere. Visse al castello durante i suoi ultimi anni di vita, lavorando a numerosi progetti per il Re e si spense nella sua stanza nel 1519. La visita della dimora, della sala dei modellini e del parco permettono di scoprire la sua vita e gli innumerevoli talenti del genio del Rinascimento.
 
Dopo la visita del castello, partenza per la prossima tappa. Prima di recarvi a Langeais, potrete decidere di attardarvi per una piacevole passeggiata sulle rive della Loira. In questo caso, appuntamento a Rochecorbon, a 25 minuti da Amboise (21 km) per imbarcarvi sulla “Le Saint-Martin de Tours” per una mini crociera guidata.
 
A 55 minuti in macchina da Amboise (54 km) o a 30 minuti da Rochecorbon (40 km), visitate poi il Castello di Langeais, composto da ben due castelli. Quello di Luigi XI e la torre di Folco Nerra, il più antico dongione di Francia.
 
Cenare e pernottare a Langeais o a Saint-Patrice
Per cenare e pernottare, vi proponiamo due indirizzi a Langeais: il ristorante Au coin des halles e il B&B L’Ange est rêveur. Altrimenti, appuntamento a Saint-Patrice, a 15 minuti da Langeais (10 km), all’hotel-ristorante Le Château de Rochecotte.  
  
2° giorno

Mattina: Castello di Villandry
A 20 minuti da Langeais (12 km) o a 30 minuti da Saint-Patrice (28 km), appuntamento al Castello di Villandry. La visita del Castello è interessante soprattutto per i suoi giardini alla francese in piena armonia con l’intera tenuta (salite al belvedere per una vista mozzafiato).
 
Mezzogiorno: pranzo a Villandry
Potrete pranzare sul posto, al ristorante del castello La Doulce Terrasse. Altrimenti, l’Étape gourmande è un altro degli immancabili indirizzi dove poter assaggiare i prodotti del territorio.
 
Pomeriggio: Castello di Azay-le-Rideau
Appuntamento al Castello di d’Azay-le-Rideau, a 20 minuti da Villandry (11 km). Nel cuore dell’Indre, su un isolotto, si riflette nelle acque del fiume, rivelando così le sue facciate risalenti al primo Rinascimento. Non rinunciate a una passeggiata nel suo parco e nel nuovo giardino dei Segreti, che ospita un conservatorio di antiche verdure, una collezione di fiori e un giardino che attira centinaia di farfalle.
 
A 5 minuti in macchina, si trova invece il Castello dell’Aulée, nel quale degustare i vini di denominazione Touraine.
 
Fine giornata: Fontevraud via Candes-Saint-Martin
Ripartite in direzione Fontevraud, a 40 minuti da Azay-le-Rideau (45 km).
 
Lungo il percorso, fermatevi a Candes-Saint-Martin. Nel punto in cui la Loira e la Vienne si incontrano, questo paesino dal grande fascino fa parte dei “Plus beaux villages de France”. La collegiata Saint-Martin è di notevole bellezza.
 
Cena e pernottamento a Fontevraud o a Montsoreau
La sera, sono tre gli indirizzi per deliziarvi, tutti e tre vi accoglieranno in un ambiente fuori dal comune. A Fontevraud, Le Restaurant, annidato nel cuore dell’Abazia Reale di Fontevraud, vi offrirà una cena raffinata e originale.  A Montsoreau, potrete scegliere se cenare su una barca al ristorante l’Aigue Marine o in una grotta trogloditica al Saut aux Loups.
 
Per pernottare, vi proponiamo due indirizzi di fascino e prestigio. Da un lato, Fontevraud L’Hôtel. Dall’altro, La Marine a Montsoreau, a 7 minuti da Fontevraud (4 km). Anche Montsoreau fa parte dei più bei borghi di Francia. 
 
3° giorno
Mattina: Abbazia Reale di Fontevraud
 
Se avete pernottato a Montsoreau, recatevi a Fontevraud, a 7 minuti in macchina (4 km). Vi aspetta l’imponente Abbazia di Fontevraud, la più grande cittadella monastica d’Europa. in seguito, rimettetevi in viaggio per raggiungere Brissac (51 minuti, 57 km).
 
Mezzogiorno: tappa in un ristorante trogloditico
 
Il vostro pranzo sarà per lo meno insolito, perché avverrà in un ristorante trogloditico: quello delle Caves de la Genevraie, a Louresse-Rochemenier, a 45 minuti da Fontevraud (41 km).
 
 
Pomeriggio: Castello di Brissac
Scoprite il più alto castello di Francia: il Castello di Brissac, dall’architettura Classica. Il suo imponente parco romantico merita decisamente una passeggiata. Alla fine della visita, potrete degustare un bicchiere del Rosé d’Anjou, prodotto dal vigneto del castello.
 
Fine giornata: rientro a Parigi
Per ritornare a Parigi in macchina, tenete in conto 2 ore e 45 minuti da Brissac (310 km). Se siete arrivati in treno, invece, recatevi alla stazione di Angers, a 20 minuti in macchina (20 km). Da lì, ci vorranno poi 2 ore in TGV.