Chiudi
www.valdeloire-france.com utilizza cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione.
Navigando su questo sito, l'utente accetta

I vigneti tra Turenna e l'Orleanese

A fianco ai vigneti di denominazione Touraine, ne restrano altri da scoprire: Chinon, Vouvray, Saint-Nicolas de Bourgueil,  Bourgueil, Montlouis-sur-Loire, Cheverny, Cour-Cheverny, Valençay, Orléans, Orléans-Cléry e Coteaux du Giennois. 
 

I vini di Bourgueil, St Nicolas de Bourgueil e Chinon: vini rossi e rosé


I vigneti di BourgueilSaint-Nicolas de Bourgueil, distribuiti su 2400 ettari terrazzati sulla riva destra della Loira, offrono vini rossi e rosé d'eccezione, tutti prodotti a partire dal Cabernet Franc (o raramente, dal Cabernet Sauvignon). Scopriteli grazie alla Maison des vins de Bourgueil.

Vini di razza e vivaci, la morbidità e l'eleganza dei vini di St Nicolas de Bourgeil sono anch'esse molto celebri. 

I vini di Chinon, invece, sono vini rotondi in bocca, morbidi e piacevoli, nonché ricchi ed equilibrati. Sono prodotti sulle colline a strapiombo sulla Loira e la Vienne. 
Chinon è anche una fiera città medievale dominata dalla maestosa Fortezza Reale, luogo di soggiorno di numerosi re e principi, che ci invita a viaggiare indietro nel tempo grazie all'approccio molto contemporaneo della museografia. Non molto distante, il Castello di Langeais, una residenza raffinata tra Medioevo e Rinascimento e l'incantevole paesino di Candes-Saint-Martin Plus Beaux Villages de France giusto all'incrocio tra la Loira e la Vienne. 
 

I vini di Vouvray e Montlouis-sur-Loire: vini bianchi


A Vouvray e Montlouis-sur-Loire, tra la Loira, la Brenne e lo Cher, splendono vini bianchi ma anche secchi, semisecchi e abboccati, effervescenti e liquorosi.
I vini provengono da un unico vitigno, lo Chenin, uno dei più grandi vitigni bianchi di Francia e del mondo, che può dar vita a grandissimi vini. Le case e grotte trogloditiche vi aprono qui le porte, alla scoperta della sorprendente storia della pietra di tufo, che veniva usata per la costruzione di edifici maestosi. E se per scoprirli visitassimo la cantina dei Produttori di Montlouis-sur-Loire?

I vini di Vouvray, sono per lo più affinati in seno alle gallerie trogloditiche, come proposto durante il mese di marzo da Troglovinum. I 2/3 della loro produzione sono vini frizzantini. Hanno un notevole potenziale di invecchiamento (10 anni, addirittura di più). Nei dintorni, non perdetevi il Castello di Amboise e la sua vista panoramica sulla Loira, o ancora il Castello di la Bourdaisière a Montlouis-sur-Loire con il suo parco, i suoi giardini e una sosta nell'hotel che il castello stesso ospita.
 

Coteaux du Giennois e i vigneti di Valençay: vini rossi, rosati e bianchi


Sulle rive della Loira, i Coteaux du Giennois offrono vini leggeri e fruttati. Sono vini rossi, rosati e anche bianchi. Caricha di storia e di edifici di notevole bellezza, Gien promette un'appassionate escursione fatta di visite tematiche e di laboratori artistici (mosaici, pittura su ceramica, ecc.).

Prorprio come a Valençay, non lontano dal Berry, della Turenna e della Sologne. I vini rossi, che ricordano i frutti rossi e le spezie, e i rosati nascono d'altronde dall'assembleggio del Gamay, del Pinot Nero e del Côt. Questi ultimi potranno essere perfettamente abbinati al formaggio, soprattutto se di capra. Approfittate di questa escursione per scoprire l'emblematico castello di  Talleyrand, il Castello di Valençay.


I vini di Loire de Cheverny e Cour-Cheverny, Orléans e Orléans-Cléry


La DOC Cheverny produce i suoi vini raffinati e fruttati, bianchi, rossi e rosé. La maggior parte sono prodotti a partire dall'assemblaggio di diversi vitigni: Gamay e Pinot nero per i rossi e i rosé e Sauvignon, Chardonnay e Menu Pineau per i bianchi. 

I vini di Cour-Cheverny sono, invece, esclusivamente bianchi e secchi, prodotti a partire da un unico vitigno, il Romorantin, la cui denominazione Cour-Cheverny conserva l'esclusività. Questo vitigno introdotto da Francesco I nel 1519 è piantato lungo i confini del castello di Romorantin, dove visse la madre di Luisa di Savoia.

Entrambi da degustare alla Maison des vins situata all'ingresso del Castello di Cheverny !

Anche Orléans possiede alcunce DOC: sulle rive della Loira, i suoi vigneti offrono vini leggeri e dissentanti. Il vitigno principale dei suoi rossi e dei suoi rosé è il Pinot Meunier, mentre quello dei bianchi è lo Chardonnay. 

Vinicissimi alla basilica di Cléry-Saint-André, i vigneti di Orléans-Cléry propongono rossi esclusivamente provenienti dal Cabernet Franc.