Chiudi
www.valdeloire-france.com utilizza cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione.
Navigando su questo sito, l'utente accetta

Da non perdere: L’Orto-Giardino decorativo del Rinascimento

Già nel Cinquecento, l’orto-giardino del castello era celebre in tutto il regno e, qualche secolo dopo, per mano di Joachim Carvallo, ritroverà il fasto e lo splendore antichi. Dal castello, questo orto rinascimentale crea un’illusione ottica straordinaria: sembra pizzo magico.

Quando Joachim Carvallo iniziò i lavori per adattare i giardini al gusto rinascimentale, partì dall’orto decorativo. Non potendosi affidare a nessun progetto specifico, dovrà cominciare una minuziosa ricerca che lo porterà a scoprire l’influenza dei monaci e del Rinascimento sui giardini del XVI secolo.

L’Orto viene installato su un territorio di un ettaro, al livello più basso vicino al castello. Il giardiniere lo dividerà in nove quadrati identici, separati da maestosi viali ricoperti con sabbia della Loira. Ogni quadrato è circondato da una rete e ogni motivo decorato da bossi. Le diverse forme geometriche sono realizzate a partire dalla verdura e dai fiori, seminati in base al colore per regalare l’impressione di una scacchiera policroma. In ogni quadrato è posta una fontana che permette al giardiniere di servirsi facilmente di acqua per curare la verdura che si mangiava durante il Rinascimento. Cavoli, carote, rape, cardi, porri, zucche … la semina viene fatta due volte l’anno; a seconda del periodo potrete ammirare i prodotti della primavera, da marzo a giugno, o quelli dell’estate, da luglio a novembre.
Gli alloggi in prossimità
Hotel, B&B, campeggi, agriturismi, roulotte ... Scoprite tutte le nostre proposte di alloggio per un soggiorno in Valle della Loira