Chiudi
www.valdeloire-france.com utilizza cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione.
Navigando su questo sito, l'utente accetta

LA LOIRA, LE SUE ISOLE E VOI IN VALLE DELLA LOIRA!

La Loira nasconde piccole e grandi isole, segrete o deserte, tutte una più bella dell’altra. Piccoli angoli rigeneranti in piena natura con una fauna e una flora ricche e colorate. Eccone qualcuna…

La più iodata

Un tempo, l’Isola Dumet era considerata il centro del Mondo… Classificata “riserva naturale non edificabile”, questo angolo di natura selvaggia resta oggi inabitato. Soltanto innumerevoli specie di uccelli vi trovano rifugio e vegliano su di essa. L’isola è accessibile in barca a quei curiosi in cerca di calma e serenità: sei chilometri la separano dal continente. In questo luogo, le vestigia di una storia antica rimangono intatte: due antichi forti in pietra, grandi nomi quali Daudet, Zola, Chateaubriand, Flaubert che vi si recavano a cercare ispirazione e serenità, percorrendone l’incontaminata superficie, o ancora la leggenda di un tesoro di inestimabile valore, monete d’oro, non ancora trovato… aprite i boccaporti!

La più grande

L’Isola di Nantes è diventata una meta imperdibile nel paesaggio della Loira. Un’isola culturale, aperta sulla città, ricca di storia e di nuove attrattive, a volte inaspettate! Tra l’epoca industriale, a partire dal XVIII secolo, e i cantieri navali del XIX secolo, l’epopea nantese si conclude nel 1987 con la chiusura di questi ultimi. L’Isola di Nantes è ormai un quartiere che orbita tutto intorno alla cultura. Salire sul dorso di un elefante, visitare il mondo marino, passeggiare sul lungofiume de Les Antilles per ammirare gli Anelli di Buren, sorseggiare un bicchiere sulle rive delle Loira, ascoltando un concerto in una delle strutture atipiche e conviviali che animano il lungofiume, suonare la propria musica a La Fabrique… C’è tutto per un invito perfetto alla scoperta della natura nantese!
 

La più estesa

Con i suoi quattordici chilometri di lunghezza, l’Isola di Chalonnes è la più grande isola fluviale d’Europa sulla quale si registra dell’attività. Una vera e propria cultura insulare ferve sull’isola: tra residenze principali e secondarie, gli abitanti si sentono privilegiati e fieri di poter osservare una fauna e una flora senza paragoni, delle luci sempre più belle… dei tesori che custodiscono come in uno scrigno.
Se un tempo canapa e tabacco erano le principali colture, l’isola accoglie oggi i visitatori per far loro degustare deliziosi manicaretti preparati con i frutti e le verdure coltivati in loco come il mais, i girasoli, gli asparagi e i meloni.
Seduti a tavola o distesi su un prato, il piacere del palato è assicurato! A piedi, in bici o in macchina – a velocità ridotta – la scoperta di questa bellezza delle Loira è stupefacente in qualsiasi periodo dell’anno.
 

La più spirituale

L’Isola di Béhuard contribuisce al fascino del comune di Béhuard classificato Petite Cité de Caractère. Un centinaio di fortunati vivono tutto l’anno sul territorio di questo comune che è il solo a essere un’isola sulla Loira. Comune classificato Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Durante la stagione estiva, coppie innamorate arrivano sull’isola per convolare a nozze – le foto di questo giorno unico saranno eccezionali in un luogo simile – altri invece vengono per il loro pellegrinaggio annuale. La maggior parte dei visitatori vi si reca per il fascino dei piccolo paesini, la bellezza dei paesaggi della Loira tra rocce e acqua… o giusto per concedersi il tempo di sorseggiare un bicchiere con vista sul fiume reale che offre, in ogni momento della giornata, luci e colori mozzafiato.

La più fotogenica

L’Isola di Offard si trova a pochi chilometri dal centro storico di Saumur. Quest’isola offre un punto di vista unico sulle sponde della Loira: il castello di Saumur con le sue torri e le sue piombatoie che domina la Loira, i banchi di sabbia e i loro abitati – animali di ogni specie – la generosa natura circostante e, naturalmente, il fiume reale. Mentre l’Isola Batailleuse – con i suoi quattro chilometri di lunghezza e situata un po’ più a ovest di Offard – permette di ammirare il famoso promontorio di Saint-Florent-le-Vieil da un punto di vista diverso!
 

La più agricola 

L’Isola Saint-Aubin è essenzialmente costituita da praterie naturali utilizzate per il fieno e per la pastorizia. Si trova nel cuore del bacino della Maine a pochi minuti dal centro della città angioina. Gli escursionisti amano perdersi sull’isola per immergersi nella sua densa flora e fauna: circa 500 specie di animali abitano questo luogo privilegiato. L’isola è piacevole anche per gli incontri con pascoli di mucche in semi liberta, durante le passeggiate in mezzo alla natura, per i pranzi alla guinguette con vista sulla Loira o, ancora, per la fattoria didattica dedicata ai più piccoli che anima questo fazzoletto di terra.