Chiudi
www.valdeloire-france.com utilizza cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione.
Navigando su questo sito, l'utente accetta

I Castelli nei dintorni di Angers e di Saumur

Tutto intorno ai grandi castelli della Loira, numerosi altri castelli meritano una visita. Nei pressi di Angers, scoprite il Castello di Baugé e il Castello di Montreuil-Bellay, e a confine con la città di Saumur, la Fortezza di Plessis-Macé e il Castello di Montsoreau. 


Nei dintorni di Angers: il Castello di Baugé e la Fortezza del Plessis-Macé 


Appuntamento al Castello di Baugé, antico luogo di caccia apprezzatissimo da Renato d'Angiò, passato alla storia come Renato il Buono. Grazie allo strepitoso Percorso Spettacolo Interno, avrete il piacere di immergervi nel passato e incontrare la dinastia degli Angiò, i retaggi della cavalleria e delle sue battaglie e i versi dell'amor cortese. 
Scoprite la stanza del Re Renato d'Angiò perfettamente ricostruita, e la sua splendida scalinata d'onore con volta Plantageneta. La cappella, oratorio privato del re, è stata aperta al pubblico ed è la tappa conclusiva della visita al castello.

Costruita in scisto nero, la Fortezza del Plessis-Macé ha lasciato spazio, nel XV secolo, a una casa di villeggiatura in stile gotico. Notevoli sono soprattutto il suo balcone in tufo e la sua cappella. Semplicemente splendida!
 

Nei pressi di Saumur: il Castello di Montreuil-Bellay e il Castello di Montsoreau


Costruito nel XIII secolo e interamente arredato, il Castello di Montreuil-Bellay presenta tantissimi emblemi medievali: 650 m di cinta muraria e 13 torri difensive delimitano la fortezza, che è possibile contemplare dal cammino di ronda. Tutta l'architettura militare presente al castello si trova in un eccezionale stato di conservazione.
Visitate anche la loggia dei canonici, la collegiale e la sala delle stufe, risalenti, invece, al periodo rinascimentale. 
 
Il Castello di Montsoreau racchiude anch'esso fortezza e residenza. Con una posizione strategica sulle rive della Loira, offre al suo interno un percorso-spettacolo nel quale la Loira è il filo conduttore.